Home Attualità Le 10 priorità della commissione europea

Le 10 priorità della commissione europea

62
0

A volte è difficile capire come le istituzioni europee lavorano per il bene comune. Ecco quindi le 10 priorità della commissione europea in pillole.

Lavoro, crescita ed investimento

Il piano d’investimento per l’Europa, conosciuto anche come Piano Juncker – riprendendo il nome di uno dei padri fondatori dell’UE – punta ad incrementare gli investimenti in Europa per rafforzare l’economia e generare più occupazione. Rimuovendo le barriere, monitorando progetti interessanti e provvedendo a fondi per questi ultimi infatti, l’UE mobilita gli investimenti privati nella giusta direzione.

Mercato digitale unico

Internet e le tecnologie digitali sono sicuramente un’opportunità. Ma quando si incontrano degli impedimenti a causa di scarse conoscenze tecniche, queste opportunità finiscono per essere sprecate. Per rendere questi vantaggi accessibili a tutti quindi, l’UE punta ad eliminare gli ostacoli nazionali che regolano il mercato digitale e a creare un set di regole transnazionali e applicabili per tutti gli stati membri. Se ancora non conosci il mercato digitale e le sue opportunità, dai un’occhiata al nostro articolo sulla digitalizzazione!

Energie e clima

L’UE, attraverso la creazione di un’unione energetica, è impegnata nel rendere l’energia più sicura,accessibile e sostenibile. Attraverso questo progetto inoltre, il mercato dell’energia sarà in grado di attrarre investimenti e innovazioni che contribuiranno a creare nuove opportunità d’impiego. Se anche tu vuoi contribuire positivamente al cambiamento climatico, leggi i nostri 10 consigli su come ridurre il tuo impatto ambientale.

Mercato europeo

Il mercato unitario è uno degli obiettivi più importanti dell’Europa. A fronte della sempre più evidente globalizzazione infatti, l’UE vuole garantire ai propri consumatori un mercato forte, accessibile a tutti e dinamico. La libertà di movimento di persone, beni, servizi e capitale infatti, offre nuove ed ampie possibilità a cittadini, lavoratori e imprenditori che desiderano contribuire alla crescita del mercato europeo.

Unione monetaria più profonda e adeguata

L’Unione Monetaria Europea comprende tutti gli stati membri che hanno aderito all’euro come moneta unica. Tutti questi stati sono coordinati per raggiungere determinati obiettivi come assicurare che ogni paese sia in grado di affrontare eventuali crisi future, incoraggiare investimenti, aumentare la competitività e fornire maggiori opportunità d’impiego e standard di vita più alti. Più in generale, l’UEM dovrà essere in grado di rispondere in maniera rapida ed efficace alle sfide che si prospettano in futuro.

Politiche di commercio equilibrate e progressive

Nella moderna economia globale, il commercio è essenziale per garantire crescita, impiego e competitività. In questo senso l’UE si presenta all’avanguardia con un sistema di commercio aperto e fondato su regole ben definite. Queste politiche aiutano sia le imprese – piccole, medie e grandi – che i consumatori, garantendo da una parte possibilità di investimenti e dall’altra accordi per prezzi sempre più accessibili, alti livelli di qualità e attenzione ai consumatori. Un commercio aperto quindi, che non influisca tuttavia sugli standard europei.

Giustizia e diritti fondamentali

Valori quali equità, non-discriminazione, inclusione, dignità umana e democrazia, sono i pilastri sui quali si basano i diritti fondamentali di ogni cittadino europeo. I trattati europei come la Carta dei Diritti Fondamentali, puntano al rafforzamento e alla protezione di tali diritti. La Commissione è inoltre attiva nel garantire una mobilità sempre più semplice e meno burocratica sia al di fuori che all’interno dell’UE stessa, permettendo ai cittadini europei di poter vivere, lavorare o studiare ovunque vogliano. La CE garantisce inoltre la protezione dei dati personali dei consumatori.

Migrazione 

Di fronte all’ondata di migranti al quale l’Europa ha assistito negli ultimi anni, stabilire un’agenda europea a riguardo è diventata una priorità. Queste questioni infatti, non possono essere lasciate nelle sole mani dei paesi membri, che devono invece essere supportati dall’UE. Grazie a politiche esterne ed interne infatti, l’UE cerca di ottimizzare la cooperazione tra paesi, istituzioni, organizzazioni e autorità per stabilire la migliore strategia.

Un attore globale più forte

Una politica europea estera più solida e comune appare di vitale importanza per vari motivi. Le sfide globali riguardanti clima, pace e sicurezza ad esempio, dovranno essere affrontate in maniera chiara, decisa ed efficace se si vogliono ottenere dei risultati; ma soprattutto nel rispetto deivalori europei condivisi.

Cambio democratico

La Commissione Europea lavora senza sosta per rendere l’Europa più democratica e vicina ai suoi cittadini. Ad oggi, questi ultimi hanno il diritto di conoscere i nomi dei rappresentanti membri della commissione, del consiglio e del parlamento nel processo legislativo. La sfida per il futuro adesso, è quella di far diventare più coeso il lavoro con il PE (e in prospettiva con i vari parlamenti nazionali) per rendere l’UE più trasparente e democraticamente responsabile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here